Dott.ssa Lucia Cucciolillo - Medico Chirurgo Specialista in Chirurgia Vascolare
Trattamento Capillari con Sclerosante e Laser Dott.ssa Lucia Cucciolillo
Scleroterapia per Vene Varicose e Capillari Dott.ssa Lucia Cucciolillo












La chirurgia vascolare ha come target terapeutico arterie e vene ed utilizza tecniche di riparazione, di derivazione, di sostituzione e di rimozione.

ARTERIE
"Si suole in anatomia dividere la parete arteriosa in tre strati chiamati tuniche: l'intima, la più interna, sta a contatto con la membrana basale dell'endotelio su cui scorre il sangue, composta di connettivo con fibrociti e rare fibro-cellule muscolari, essa è separata dalla membrana elastica interna dalla tunica media in cui si trovano fibrocellule muscolari lisce disposte circolarmente. A sua volta la media è divisa dalla membrana elastica esterna (che è un addensamento di fibre elastiche) dalla tunica avventizia, composta da fibre collagene ed elastiche orientate secondo l'asse del vaso. La componente muscolare è prevalente nelle arterie di piccolo calibro, dovendo esse con movimenti contrattili autonomi far avanzare il sangue cui non è più sufficiente la spinta del cuore per procedere. Nelle arterie di grosso calibro prevale la componente elastica che ha capacità di dilatarsi ad ogni nuova emissione di sangue da parte del cuore.

VENE 
Nella circolazione sistemica, vene sono detti i vasi 
sanguigni che trasportano sangue carico di CO2, dalla periferia al cuore. Nella circolazione polmonare sono invece i vasi che portano il sangue ossigenato (detto arterializzato) dai polmoni verso il cuore. Nel feto la vena ombelicale trasporta ossigeno e nutrienti dalla placenta al fegato e da qui, attraverso la vena cava, al cuore. Sono vene anche quei vasi che vengono a costituire un proprio distretto vascolare: questi sono i vasi del sistema portale enterico, il sistema portale ipofisario, il sistema portale surrenalico.

Ciò che accomuna le vene di tutti i distretti è la componente prevalentemente elastica della parete.
Le vene hanno solitamente la medesima distribuzione delle arterie, decorrendo parallelamente a queste. Non sono però sempre in rapporto 1:1 con le rispettive arterie.
Nelle regioni radicolari (radici degli arti) e in certi organi (rene, gonade e altri) il rapporto vene:arterie è di 1:1; negli arti e nei polmoni è di 2:1; altri organi presentano un efflusso venoso distribuito su più vene, come il fegato, che ha tre vene maggiori, più un numero variabile di vene minori. La stessa aorta è affiancata da quattro vasi: due vene cave, inferiore e superiore e da due vene azygos, l'azygos propriamente detta, a destra, e l'emiazygos a sinistra.
Nella regione intracranica invece il sistema venoso non è parallelo a quello arterioso: se il sangue ossigenato giunge alla base del cranio e si distribuisce al cervello mediante le tre arterie cerebrali anteriore, media e posteriore, il sangue refluo invece viene convogliato per gran parte nei seni saggitale e trasverso e di qui alle giugulari.
In altri distretti le vene costituiscono un proprio circolo con una seconda ricapillarizzazione, come nel circolo portale".
(by wikipedia)

Per vederlo, hai bisogno di Flash Player.
Il Ritorno Venoso fisiologico
Animazione che mostra il ritorno venoso nel soggetto normale. Il sangue passa dai plessi venosi sottocutanei nelle collaterali e da qui nella safena che lo invia attraverso le perforanti nelle vene pr...
 
Assistente di creazione sito web fornito da Vistaprint